La vita di un musicista è spesso quella di viaggiare in lungo e in largo, girare il mondo e trascorrere lunghi periodi lontano da casa. Da giovane suonatore di corno, mi piaceva viaggiare all'estero e non vedevo l'ora del prossimo viaggio in coste straniere. Dopo aver assunto un incarico a Londra alla fine degli anni '1970, il viaggio è diventato ancora più un impegno, grazie al fatto che stavo lavorando in così tante orchestre e gruppi da camera diversi che passavo spesso da un tour all'altro senza quasi un momento per fare le valigie − che in alcuni anni equivale a trascorrere più di metà dell'anno all'estero!

Le prime esperienze nelle molte città del mondo che ho visitato sono state affascinanti, come le esperienze di viaggio a più livelli a Tokyo, con metropolitane, ferrovie di superficie e un sistema autostradale a più livelli che si snoda tra ferrovie e grattacieli. La prima volta a New York City, Boston, Chicago, San Francisco, Hong Kong, Sydney, Rio, Vancouver - tutti custodiscono bei ricordi dei tour di concerti e del divertimento che puoi avere in tour con i musicisti.

Una città che non ho mai visto molto, ironia della sorte, è stata la città in cui ho lavorato la maggior parte del tempo: Londra! Dato che viaggiare per lavoro è sempre una faticaccia, non sorprende che fossi intenzionato a tornare a casa a casa mia, proprio nella cintura verde fuori città, il più rapidamente possibile dopo il lavoro. Negli ultimi anni, tuttavia, sono tornato a Londra in diverse occasioni con mia moglie e i miei figli principalmente come turista, e l'ho trovata una città meravigliosamente vivace e affascinante. I bambini lo adorano per i negozi di Oxford Street, i cinema di Leicester Square, il mercato di Covent Garden e i ristoranti a Chinatown. Amo l'architettura ei musei, gli spazi aperti − parchi verdi e spazi ogni poche strade nel centro di Londra (spesso nascosti inosservati dalle strade principali) − e una cultura dei pub che semplicemente non esiste in Germania, dove vivo ora.

Quindi è con grande entusiasmo che noto che il simposio IHS quest'anno si svolgerà proprio in questa città!

Il tema del simposio sono le scuole di gioco, che forniranno un'affascinante visione delle diverse scuole di gioco e insegnamento che sembrano avere una correlazione diretta con l'alto livello costante di gioco proveniente da alcuni paesi, come la Repubblica Ceca, l'Ungheria, e Regno Unito.

Come tutti i simposi, l'incontro di persone da tutto il mondo è una delle principali attrazioni, l'incontro e la socializzazione con i grandi artisti, del passato e del presente, e l'immersione in tutto ciò che riguarda il suono del corno e del corno.

Posso solo dire che non vedo l'ora che sia immensamente e incoraggio tutti voi che non vi siete ancora impegnati in una vacanza o in un seminario a prenotare ora e fare entrambe le cose allo stesso tempo.

Puoi essere certo che quando "colpisci il muro" per farti "impazzire" al simposio avrai un numero qualsiasi di alternative per prenderti una "ripresa" proprio dietro l'angolo - ci vediamo lì (il pub si chiama The 99 di la via)!

firma franca

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente, incluso lo stato di accesso. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie.
Ok