barb.jpgGeorges Barboteu è stato il principale suonatore di corno in Francia e ha scritto studi e altre composizioni per il corno che sono le basi del repertorio e sono state utilizzate come pezzi d'esame al Conservatorio di Parigi. Era "amato e apprezzato per il suo carisma, il suo risoluto buonumore e la sua immensa cordialità".

Barboteu è nato ad Algeri nel 1924. La sua famiglia era di origine catalana ma viveva in Algeria da generazioni. Suo padre, Joseph Barboteu, era un suonatore di corno professionista e professore al Conservatorio d'Algeri. Georges ha iniziato a suonare il corno con suo padre all'età di nove anni e all'età di dodici anni ha ricevuto un primo premio al conservatorio. All'età di 14 anni ha suonato accanto a suo padre al Grand Casino di Biarritz, in Francia.

Nel 1939, Georges fece un'audizione per il Conservatorio di Parigi, ma scoppiò la seconda guerra mondiale ed entrambi i Barboteus tornarono in Algeria. Georges ha suonato accanto a suo padre nell'orchestra di Radio Algeri, poi dopo tre anni suo padre ha ceduto la posizione solista a suo figlio. Durante questo periodo, Georges studiò anche armonia e contrappunto, imparò a suonare il contrabbasso e scrisse le sue prime composizioni.

Dopo la guerra, nel 1948, Barboteu tornò in Francia e si unì all'Orchestre National (Radio France) sotto Charles Munch. Nel 1950 fu ammesso al Conservatorio di Parigi e nel 1951 vinse il primo premio, vincendo subito dopo il primo premio al Concorso Internazionale di Ginevra.

Barboteu ha suonato nell'Orchestre del Société des Concerts du Conservatoire (la futura Orchestre de Paris), corno solista con l'Opera Comique e nel 1969 con l'Orchestre de Paris. È stato professore di corno al Conservatorio di Parigi dal 1969 al 1989 e fondatore del Quintette Ars Nova.

Barboteu è stato membro del Consiglio consultivo dell'IHS dal 1976 al 1979 ed è apparso come artista in primo piano in molti simposi. Nel 1998 è stato eletto Socio Onorario.

Barboteu era un musicista consumato. È stato coinvolto in tutti gli stili di musica, dal barocco al contemporaneo, incluso il jazz (registrando con Duke Ellington). Era un maestro nell'ispirare arrangiatori e compositori jazz e teatrali a includere i corni nelle loro orchestrazioni, da Franck Pourcel a Claude Bolling.

Le sue registrazioni includono una prima registrazione di Schumann's Konzertstück, che è stato ristampato nel 1994 con altre esibizioni soliste su La magia del corno francese.

Un omaggio a Barboteu da parte del suo amico e collega Daniel Borgue appare sia in francese che in inglese nel numero di febbraio 2007 di The Horn Call.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente, incluso lo stato di accesso. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie.
Ok