Ib Lanzky-Otto (1940-2020)

ib2.jpgIb Lanzky-Otto è noto per la sua tecnica magistrale, musicalità e tono esemplare, mostrati durante il suo lungo mandato con la Filarmonica di Stoccolma.

Ib è nato nel 1940 a Copenhagen, in Danimarca. La sua famiglia ha vissuto in Islanda dal 1946 al 1951 quando suo padre, Wilhelm Lanzky-Otto (anche lui membro onorario dell'IHS), ha insegnato pianoforte e corno al Conservatorio di Reykjavik ed è stato primo corno nell'Orchestra Sinfonica islandese. Ib ha iniziato a studiare corno con suo padre all'età di 16 anni e ha continuato i suoi studi presso l'Accademia Reale di Stoccolma dal 1957, studiando ancora con suo padre.

Nel 1958, Ib divenne un membro regolare della Royal Opera Orchestra di Stoccolma. Nel 1961 divenne co-corno principale della Royal Stockholm Philharmonic Orchestra, dove suo padre era il direttore. Ha fatto un provino dietro uno schermo e senza suo padre nella giuria. Quando suo padre si dimise al quarto corno nel 1967, Ib subentrò come corno principale. Ib considera questi anni insieme a suo padre come un'esperienza inestimabile per lui nel suo sviluppo come suonatore di corno. Si è ritirato dall'orchestra nel 2007.

I compositori svedesi Gunnar de Frummerie, Åke Hermansson, Yngve Skjöld e Sixten Sylvan hanno scritto assoli e concerti per Ib. Ib ha fatto una serie di registrazioni, alcune con suo padre al pianoforte.

Come solista, Ib ha suonato in tutti i paesi nordici, Cecoslovacchia, Germania, Austria, Francia, Svizzera, Canada e Stati Uniti. Pur non mantenendo mai una posizione di insegnamento regolare, ha tuttavia spesso insegnato in corsi estivi e masterclass in tutta Europa e in America, tra cui il Conservatorio di Parigi e l'Accademia Sibelius di Helsinki.

Frøydis Ree Wekre, solista e pedagogo a Oslo, ha studiato con il padre di Ib a partire dal 1961; allora incontrò Ib e rimasero amici per il resto della sua vita, servendo insieme come giuristi della competizione e registrando il doppio concerto di Friedrich Kuhlau con l'Orchestra Sinfonica di Odense nel 1990. Ricorda il modo bello e virtuosistico di Ib, la sua composizione creativa e il suo spirito umoristico scherzi pratici.

Ib si esibiva spesso ai simposi IHS. È stato membro della Royal Music Academy of Sweden e membro onorario dell'Icelandic Horn Club, del Norwegian Horn Club e dell'IHS (eletto nel 2005).

Ingbert Michelsen (1917-1991)

michelsen.jpgIngbert Michelsen è stato il principale suonatore di corno in Danimarca e l'insegnante di una generazione di suonatori di corno scandinavi.

Michelsen è nato a Skanderburg, in Danimarca, nel 1917. Suo padre era un falegname e un musicista dilettante. Anche prima di entrare a scuola, Michelsen ha iniziato a suonare un vecchio corno tenore (contralto), poi è passato alla tromba. All'età di 10 anni fu ammesso al nuovo Conservatorio di musica di Århus. L'insegnante, Ejnar Knudsen dei Dragoni dello Jutland, arrivò alla prima lezione in uniforme, portando il corno in un sacco. Aprì il clacson e chiese a Michelsen, che non aveva mai visto un corno prima, di provarlo. Michelsen non osò rifiutare la figura imponente, e così il corno divenne il suo strumento. Le lezioni si tenevano in piedi, in piedi anche l'insegnante militare. Michelsen ha iniziato a suonare il terzo corno con l'Orchestra Sinfonica di Århus all'età di 12 anni.

Dopo quattro anni al Conservatorio, Michelsen ha iniziato la formazione per diventare un costruttore poiché la musica non era considerata un modo sicuro per guadagnarsi da vivere. Tuttavia, ha pagato per la sua istruzione suonando dove poteva, e poi, in rapida successione, ha vinto un'audizione per la Royal Opera Orchestra di Copenaghen, gli è stato offerto il corno solista nella rhus Symphony e infine ha vinto un'audizione per la Danish Radio Symphony , carica che ricoprì per 27 anni (1942-1969). Nel 1949 ricevette una borsa di studio per studiare per quattro mesi con Gottfried von Freiberg a Vienna. Ha insegnato al Royal Conservatory of Music di Copenhagen dal 1956 al 1984.

Oltre al suo eccezionale lavoro orchestrale, Michelsen era molto apprezzato come solista e musicista da camera. Ha eseguito molte prime danesi (Britten Serenade, Hindemith Sonata e Concerto) e assoli a lui dedicati (Niels Viggo Bentzon Sonata e Launy Grøndahl Concerto) oltre a eseguire concerti standard in tutta Europa. "[La sua] tecnica favolosa e l'eccezionale flessibilità su tutta la gamma del suo strumento, combinate con la sua brillante musicalità, lo hanno reso uno dei musicisti da camera più amati del paese." È stato anche ascoltato nelle colonne sonore dei film svedesi.

Sono note poche registrazioni di Michelsen, ma gli ammiratori hanno raccolto nastri delle sue esibizioni radiofoniche; Ib Lanzky-Otto ha suonato alcuni di questi a un raduno dello Scandinavian Horn Club. Michelsen è stato tenuto in grande considerazione da molti direttori e solisti in visita. Rostropovich ha insistito affinché Michelsen condividesse gli archi solisti dopo l'esecuzione del Concerto n. 1 per violoncello di Shostakovich.

Il primo corno di Michelsen era un corno Gottfried F risalente al 1880; negli anni successivi, lo trovò in un negozio di seconda mano e lo ricomprò. Dopo aver lasciato il conservatorio, ha acquisito in doppio corno. In seguito si fece realizzare un corno in re discendente da Alexander, destinato alla Messa in si minore di Bach ma utilizzato per molte altre opere in re, per la sua qualità timbrica più leggera ed elegante piuttosto che per la facilità di esecuzione. Progettò anche bocchini ed era un abile mobiliere.

Michelsen è stato eletto membro onorario dell'IHS nel 1978. Un tributo appare nel numero di aprile 1992 di The Horn Call.

Reginald Morley-Pegge (1890-1972)

mpserpenta.jpg
Immagine riprodotta con permesso
dell'Università di Oxford

Il libro di Reginald Morley-Pegge Il corno francese (Benn, 1960) è uno dei testi più raffinati e accademici sulla storia dello strumento, anche se da tempo esaurito. La sua vasta collezione di strumenti a fiato è conservata nella Bate Collection (www.bate.ox.ac.uk) presso l'Università di Oxford.

Reginald Frederick Morley Pegge è nato a Londra nel 1890. Morley, il nome più usato dai suoi amici, era in origine un nome che alla fine si è trasformato nel suo cognome. La famiglia si trasferì a Brighton e Morley-Pegge fu mandato a scuola a Summerfields a Oxford e Harrow, dove era membro dell'orchestra della scuola. Qui entrò in contatto con Tom Busby e tramite lui WFH Blandford; la corrispondenza con Blandford è una fonte di molte tradizioni sul corno.

La Francia ha svolto un ruolo importante nella vita di Morley-Pegge. Fu mandato lì per imparare la lingua, trascorse un breve periodo come agente immobiliare nell'Essex, e poi tornò in Francia all'età di 21 anni per studiare al Conservatorio di Parigi. Ha studiato corno con Brémond e corno a mano con Vuillermoz, gettando le basi per il suo straordinario controllo dello strumento. Era ammirato per lo stile e l'integrità della sua esibizione, sebbene non avesse mai avuto una grande forza fisica o resistenza.

Nel 1917 sposò Anne Taylor di Parigi e suo figlio nacque nel 1918. Morley-Pegge prestò servizio nelle forze britanniche in entrambe le guerre mondiali. Dopo la prima guerra mondiale, ha servito con l'esercito di occupazione in Francia fino al 1919, poi con la Commissione di riparazione fino al 1925, durante il quale ha avuto il tempo di suonare il corno e indagare sulla sua storia. Ha poi lavorato nel dipartimento pubblicitario della Citroen a Parigi fino a quando non si è assicurato un posto come musicista professionista nel 1927. Quando i tedeschi invasero nel 1940, la famiglia fuggì a Edimburgo, lasciando dietro di sé la maggior parte dei beni, inclusa la sua collezione di strumenti. Suo figlio in seguito tornò a casa in Francia e trovò la collezione per lo più intatta.

Dal 1927, Morley-Pegge suonò con l'Orchestre Symphonique de Paris, poi con l'Orchestra Colonne (Paris), l'Association des Concerts Poulet e l'Orchestra della Radio di Parigi. Durante la seconda guerra mondiale, ha suonato per la Reid Orchestra di Edimburgo (mentre lavorava anche nel trasporto militare) e successivamente per il Ballet des Champs Élysées e l'International Ballet. Mentre era a Edimburgo, sviluppò un'amicizia con Lyndesay Langwill, e anche la loro corrispondenza è un tesoro di tradizioni. In questo momento, divenne uno storico del serpente e di altri ottoni e strumenti a fiato oltre al corno.

Durante tutto questo tempo, Morley-Pegge aggiunse alla sua conoscenza della storia e della teoria del corno, esaminando, suonando e fotografando ogni esempio che gli capitava. Ha costruito un corpo enciclopedico di conoscenza che è stato la base per il suo autorevole libro, articoli per Grove e una vasta corrispondenza. Negli anni '1930 fu invitato a ricatalogare gli strumenti a fiato della collezione del Conservatorio di Parigi, segno della stima in cui era già detenuta la sua borsa di studio. Divenne anche un abile fotografo ed espose frequentemente al Salon di Parigi. Era conosciuto come un uomo geniale, arguto e conoscitore di vino e cibo.

Morley-Pegge era amico di Philip Bate dal 1939, prima per corrispondenza e poi di persona. La maggior parte della sua collezione di strumenti e tutti i suoi documenti sono andati alla Bate Collection di Oxford. Morley-Pegge è stato uno dei fondatori e attivo della Galpin Society sin dal suo inizio nel 1946. Questo lo ha portato in un circolo musicologico più ampio. Aveva anche molti corrispondenti, tra cui molti dagli Stati Uniti, ed era meticoloso nel rispondere.

Durante la maggior parte della sua carriera di musicista, Morley-Pegge fu fedele al tipo di corno francese su cui si era formata la sua tecnica, anche se in seguito usò un doppio corno Kruspe e infine un corno Berlin Schmidt B-flat con una valvola aggiunta e slide supplementari . Quest'ultimo corno fu acquistato da Harold Meek della Boston Symphony Orchestra dopo la morte di Morley-Pegge (i due si erano corrisposti ma non si erano mai incontrati).

Morley-Pegge è stato eletto membro onorario dell'IHS nel 1971. I tributi compaiono nel numero di novembre 1972 di The Horn Call e sul sito web di Bate Collection.

Richard Moore (1914-1988)

more.jpg"Se durare attraverso un Salomè, battendo una lunga chiamata, sostenendo spettacoli di sceneggiatura della NBC o suonando nell'orchestra di Xavier Cugat, Dick ha servito bene la sua arte. Fedele ai suoi colleghi e devoto ai suoi studenti, Dick Moore ha preteso molto da se stesso per mantenere i più alti standard di insegnamento e rendimento".

Richard Moore ha studiato con Lorenzo Sansone durante il suo ultimo anno di liceo. Durante gli anni del college a Los Angeles, ha studiato con Georg Hofmann, ha suonato in un'orchestra di repertorio e ha lavorato come usciere alla LA Philharmonic. "Ero così interessato alla musica che anche se nessuno aveva soldi durante la Depressione, andavo in un negozio che aveva spartiti in miniatura stampati male, secondi ingialliti e vecchi, quindi costavano solo pochi centesimi". Ha anche lavorato estati all'Hollywood Bowl come guardia di scena. Ha sfruttato le occasioni per ascoltare grandi musicisti e imparare da ciò che ascoltava, segnando i punteggi con le sue osservazioni.

Moore tornò a New York per un lavoro di laurea alla Juilliard, studiando corno con Josef Franzl, il suo insegnante più influente. Ha anche preso alcune lezioni con Anton Horner. Ha suonato nella National Training Orchestra. Nel 1936 gli fu offerto il suo primo contratto da professionista come secondo corno con l'Orchestra Chautauqua.

In rapida successione, Moore ha suonato come primo nella National Symphony, prima assistente a Pittsburgh (dove ha trascorso il suo tempo ad esercitarsi), poi al Radio City Music Hall e come free-lance a New York City. Nel 1940 fu accettato nella NBC Symphony, che includeva vari altri lavori come la banda di ottoni. Un suonatore di eufonio nella banda di ottoni era anche direttore del personale della Metropolitan Opera Orchestra e raccomandò Moore al Met.

Anche mentre suonava a tempo pieno al Met (1942-1985, preside 1942-1964), Moore ha continuato a lavorare come freelance ea partecipare a programmi televisivi. Era giustamente orgoglioso dei suoi successi con il Met, in particolare le registrazioni di Humperdink's Hansel e Gretel (1947, nessuna giunzione), Mozart's Cosi Fan Tutti (con Stiedry), e di Strauss Salome (con Welitch e Reiner). Ha apprezzato lavorare al fianco di Gunther Schuller al Met. "Sono stato fortunato ad avere un musicista così sensibile che conosceva perfettamente le partiture come collega." Sentiva che molta musicalità era andata persa negli anni successivi poiché i suonatori di corno sembravano interessati a suonare più in alto, più forte, più velocemente. "Oggi stiamo ottenendo musicisti che sono molto meglio preparati strumentalmente, migliori tecnici, ma non preparati musicalmente".

Moore ha insegnato per 22 anni alla Manhattan School of Music. Ha scritto metodi (Un primer per corno francese e Metodo del corno francese I & II), un libro di riscaldamento (Studi di riscaldamento e flessibilità del maestro corno), Passaggi di corno francese operisticoe Antologia di musica per corno francese (estratti con commenti dettagliati, pubblicati nel 1993). Era un insegnante esigente ma stimolante. Ascoltava musica dal vivo e registrata, soprattutto di cantanti, e studiava gli spartiti per sapere cosa stavano suonando tutti gli altri, e raccomandava tali studi ai suoi studenti. "Studirei come i cantanti hanno formulato le cose, specialmente nell'opera, dal momento che spesso ho suonato la stessa frase con loro prima, durante o dopo che l'hanno cantata".

Moore è stato eletto membro onorario dell'IHS nel 1987. Un tributo in occasione del suo ritiro dal Met appare nel numero di aprile 1986 di The Horn Call, e un altro, dopo la sua morte, nel numero di aprile 1989.

Max Pottag (1876-1970)

pottag.jpgI metodi, gli esercizi e gli estratti di Max Pottag sono stati il ​​fondamento degli studi di molti cornisti. Fu anche uno dei primi a scrivere e dirigere grandi ensemble di corni, tra cui 148 corni al primo laboratorio di corno nel 1969.

Pottage è nato a Forst, in Germania, nel 1876. Ha iniziato a suonare con un violino giocattolo all'età di cinque anni e la fisarmonica a sette. Ha iniziato a suonare la tromba a 14 anni, suonando nella banda cittadina come apprendista e passando al corno dopo un anno. A 19 anni si unì alla banda della marina tedesca a Wilhelmshaven e viaggiò molto con il Kaiser Wilhelm sul suo yacht privato.

Nel 1899, Pottag entrò al Conservatorio di Lipsia come borsista, studiando con Friedrich Gumpert, e si laureò con lode nel 1901. Suonò il primo corno con l'Amburgo Symphony per un breve periodo prima di emigrare negli Stati Uniti.

Negli Stati Uniti, Pottage divenne secondo corno della Philadelphia Orchestra (1901-1902), della Pittsburgh Orchestra (1902-1905) e della Cincinnati Symphony Orchestra (1905-1907). È stato membro della Chicago Symphony per 40 anni (1907-1947), suonando il secondo corno fino al 1944, poi il quarto corno fino al suo ritiro. Mentre era a Chicago, fu anche associato alla Little Symphony Orchestra di Chicago e insegnò corno alla Northwestern University (1934-1952). Ha tenuto seminari e diretto grandi ensemble di corni in tutti gli Stati Uniti.

Pottag ha scritto e arrangiato musica per il corno per tutta la vita. I suoi tre volumi di estratti sono stati una delle prime compilation di passaggi per corno orchestrali standard negli Stati Uniti, un aiuto inestimabile per generazioni di studenti di corno. Le sue pubblicazioni includono anche esercizi quotidiani, un libro di metodo con Nilo Hovey e numerosi arrangiamenti per corno e ensemble di corni. Ha scritto articoli su vari aspetti del suonare il corno in Il musicista della scuola, Lo strumentista, Sinfoniae Mondo dei legni.

Pottag ha progettato un corno per Reynolds, con un design simile al Holton Modello Farkas, che era conosciuto come il modello Pottag. Ha anche aiutato a riprogettare il Conn 6D e ha sviluppato diversi bocchini per ogni azienda.

Pottag è stato premiato come membro onorario di Pi Kappa Lambda e dell'Horn Club di Los Angeles. È stato citato dalla Ball State University (Muncie IN) come "Master Musician, Master Teacher, Teacher of Master Teachers".

Pottag è stato un membro fondatore dell'IHS ed è stato eletto membro onorario dell'IHS nel 1974. Un tributo appare nel numero dell'autunno 1971 di The Horn Call.
Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente, incluso lo stato di accesso. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie.
Ok