Anthony Halstead

halstead-2Anthony Halstead è stato un leader nel movimento strumentale d'epoca come suonatore di corno, clavicembalista, studioso, consigliere e direttore d'orchestra. È un insegnante che ha influenzato molti professionisti ed è un allenatore di cornisti dilettanti e altri musicisti. Come tecnico inventivo, ha sviluppato una gamma di bocchini (con Tony Chidell) e altri ausili per una migliore produzione del suono.

Halstead è nato nel 1945 a Manchester, in Inghilterra, frequentando la Chetham's School e il Royal Manchester College of Music, dove ha studiato pianoforte, corno, organo e composizione. Su suggerimento del suo insegnante di corno, Sydney Coulston, Halstead si specializzò in corno. È stato primo corno della BBC Scottish Symphony nel 1966, in seguito membro della London Symphony Orchestra e primo corno della English Chamber Orchestra (1973-1986). Fu durante il suo mandato con l'ECO che si interessò al corno naturale.

Halstead ricorda una conferenza-recital con Barry Tuckwell e Horace Fitzpatrick (autore di Il corno e il suono del corno e la tradizione austro-bohémien dal 1680 al 1830). Tuckwell ha suonato un frammento di un concerto di Mozart o della sonata di Beethoven con il corno moderno, e poi Fitzpatrick ha suonato lo stesso passaggio con il corno naturale. "Ero assolutamente affascinato e affascinato dalla gamma di colori", afferma Halstead, "così come dall'appropriatezza dell'uso delle note interrotte per migliorare una frase musicale o per dare vita a un punto drammatico".

halstead-1Dopo aver lasciato il college, Halstead prese diverse lezioni con Horace Fitzpatrick e Myron Bloom. Ha anche studiato clavicembalo con George Malcolm e direzione d'orchestra con Michael Rose e Sir Charles Mackerras.

Le sue prime esecuzioni pubbliche al corno naturale risalgono al 1973: il Concerto Brandeburghese n. 1 di Bach e il Concerto a tré di Telemann per corno e flauto dolce. Ha giocato su un Paxman corno a mano (in pratica un corno moderno con le valvole rimosse) con l'orchestra tutta su strumenti moderni. Da allora è stato associato all'Academy of Ancient Music, all'Orchestra of the Age of Enlightenment e in particolare alla Hanover Band, ha insegnato alla Guildhall School of Music ed è attivo come insegnante privato e nella British Horn Society.

Il lavoro di Halstead come direttore nel movimento strumentale d'epoca lo porta in orchestre moderne i cui musicisti, utilizzando strumenti convenzionali, desiderano sviluppare una consapevolezza stilistica della pratica autentica nelle epoche barocca, classica e romantica. Ha una particolare empatia con l'Australian Chamber Orchestra, la Netherlands Radio Chamber Orchestra e l'Uppsala Chamber Orchestra.

Halstead ha realizzato il suo primo CD da solista nel 1986, registrando il Concertino di Weber al corno naturale con la Hanover Band per Nimbus. Questo è stato ripubblicato. Halstead ha completato un progetto di sette anni con la Hanover Band, registrando su 22 CD tutta la musica orchestrale di JC Bach e suonando il clavicembalo solista o il fortepiano nei 27 concerti per tastiera, dirigendo l'orchestra dalla tastiera.

Altri CD da solista includono i Concerti di Joseph e Michael Haydn e due registrazioni separate, a distanza di sei anni, dei concerti di Mozart, con la Hanover Band e l'Accademia di musica antica. Al corno moderno ha registrato la Britten Serenade con il tenore americano Jerry Hadley.

Halstead è stato eletto Membro Onorario al Simposio IHS 2010 a Brisbane, Australia. È anche membro onorario della British Horn Society. Paul Austin lo ha intervistato nel numero di febbraio 1996 di The Horn Call.

Charles Kavalovskij

kavalovskijCharles (Chuck) Kavalovski si è ritirato nel 1997 dopo aver servito come corno principale nella Boston Symphony Orchestra per 25 anni. Ha vinto questa posizione con un background insolito per un suonatore di corno: un dottorato di ricerca e una carriera in fisica nucleare, e suonando solo in ensemble da camera e orchestre comunitarie. Mentre insegnava fisica nucleare, decise che voleva vedere cosa poteva fare per una carriera come suonatore di corno, così prese e vinse diverse audizioni per il corno principale. Ha suonato il primo corno a Denver per un anno, durante il quale sono arrivati ​​i risultati di altre audizioni, incluso il primo corno nella Boston Symphony, posizione che ha preso la stagione successiva.

Chuck è nato nel 1936 a St. Paul, Minnesota, il maggiore di cinque figli di immigrati polacchi che volevano dare ai propri figli un'istruzione e una formazione musicale. Sua madre insisteva perché prendesse lezioni di pianoforte, cosa che lui odiava. Quando è entrato al liceo, sua madre ha comprato un corno in Fa singolo panamericano e ha detto che se avesse suonato il corno, avrebbe potuto smettere di suonare il pianoforte.

La sua formazione universitaria ha portato a un master in matematica e un altro in amministrazione aziendale, oltre a un dottorato di ricerca in fisica nucleare. La musica era principalmente un hobby, ma ha studiato privatamente con i successivi corni principali della Minnesota Orchestra: Waldemar Linder, Christopher Leuba e Robert Elworthy. In effetti, ha trovato un'alta correlazione tra scienza e musica, e lui ei suoi colleghi del Dipartimento di Fisica hanno formato un quintetto di fiati.

Chuck era nelle facoltà di fisica dell'Università di Washington a Seattle, dell'Università di Lowell nel Massachusetts, ora dell'Università del Massachusetts-Lowell (mentre svolgeva ricerche al MIT) e dell'Eastern Washington State College a Spokane. Ha insegnato corno alla Boston University e all'Università del Minnesota. Raccomanda una routine quotidiana per tutti i musicisti, compreso il dedicare tempo ai fondamentali, iniziando ogni giorno a imparare a suonare lo strumento di nuovo in modo che la tecnica non si deteriori.

"Sono stato fortunato ad avere due carriere", commenta. "Al giorno d'oggi, devi specializzarti. Amavo la fisica, ma volevo anche suonare il corno. Fortunatamente, sono stato in grado di fare entrambe le cose". È anche fortunato, dice, "ad aver avuto il miglior lavoro di corno negli Stati Uniti". La BSO ha la migliore sala, buoni rapporti tra direzione e orchestra (niente scioperi) e Ozawa è stato flessibile con gli orari. Chuck aveva voce in capitolo nell'assumere tutti nella sezione, ed erano ottimi colleghi. Boston è la "grande città più facile in cui vivere", l'orchestra ha le estati a Tanglewood e Chuck ha particolarmente apprezzato i BSO Chamber Players, un arrangiamento unico per i primi suonatori di sedia, che non suonano Pops. Boston ha anche una meravigliosa tradizione di atteggiamento pubblico che rispetta i musicisti tanto quanto, per esempio, i fisici.

Chuck è sempre stato disciplinato nella pratica, nello studio, nel lavoro e nel prendersi cura di se stesso. Consiglia ai suoi allievi di allenarsi, fisicamente, come un atleta. Poiché non aveva un'educazione musicale formale, la sua vera formazione iniziò sul lavoro a Boston. Ha ascoltato con attenzione i suoi colleghi dell'orchestra e ha beneficiato di manuali scritti per atleti olimpici e professionisti. Apprezza la capacità di "concentrarsi sul passaggio in questione mentre lo sto suonando, nota per nota, così intensamente che tutto il resto viene escluso".

La disciplina ha aiutato Chuck a riprendersi da una grave caduta dal tetto di casa sua, atterrando sulla sua testa. Non ha effetti a lungo termine, ma per diversi mesi era fisicamente debilitato e non poteva muoversi molto. Ha spinto il suo recupero, camminando prima che avrebbe dovuto essere fuori dal letto, per esempio, iniziando lentamente sul clacson ma poi aumentando il ritmo.

I membri della commissione per l'audizione della BSO non erano sicuri di voler assumere qualcuno con una laurea in fisica nucleare e poca esperienza orchestrale. Gli hanno chiesto di leggere a prima vista qualcosa e lui ha risposto che, se avesse vinto il lavoro, non avrebbe mai letto a prima vista per loro. Gli lasciano prendere il pezzo, esercitarsi per un'ora e tornare a suonarlo. Ha iniziato il suo incarico di BSO a Tanglewood e si è esercitato sul balcone del suo appartamento sotto la pioggia e il sole durante le settimane prima della serie estiva per prepararsi al tempo. Ha spiegato che ha vinto tutti i lavori che ha svolto e si è comportato così bene per anni alla BSO perché sapeva come studiare: era uno studente eccellente.

Da quando si è ritirato dalla BSO, Chuck ha registrato 14 CD di quintetti di Reicha con il Westwood Wind Quintet, fino a quando problemi alla schiena lo hanno costretto a ritirarsi di nuovo.

Chuck suonava più spesso un corno Geyer, Kruspe o Schmidt e talvolta un Paxman discanto. Quando è andato in pensione possedeva più di 20 corni, spiegando che un buon violino costava di più.

Chuck ha fatto parte dell'IHS Advisory Council (1994-1997) ed è stato un artista in primo piano in diversi workshop internazionali. È stato eletto membro onorario dell'IHS all'International Horn Symposium di San Francisco nel 2011. Le sue interviste sono apparse nei numeri di novembre 1976 e febbraio 1998 di The Horn Call.

Robert Paxman (1929-2011)

paxman
Bob ha ricevuto un premio alla carriera dal
Associazione Musical Idustires nel 2010.

Roberto (Bob) Paxman, MBE trasformato Paxman Strumenti musicali da un costruttore di vari strumenti a uno dedito ai corni.

Il padre di Bob aveva stabilito Paxman Musical Instruments – come è ancora conosciuta l'azienda – come produttore di ottoni, legni e strumenti a percussione nel 1919. Bob ha iniziato a lavorare lì quando aveva solo 14 anni.

Era Bob Paxmanla partnership con un cornista australiano, Richard Merewether, che doveva trasformare l'azienda in un'azienda specializzata in corni. Merewether arrivò in Inghilterra nel 1950 con idee sul design del corno, in particolare i corni in fa-alto e in fa/fa-alto. Paxman iniziò a produrre strumenti in linea con la filosofia di Merewether e i due uomini collaborarono strettamente fino alla morte di Merewether nel 1985, con circa 50 progetti al loro attivo.

Bob è diventato amministratore delegato dell'azienda nel 1961. Ha introdotto una serie di importanti miglioramenti al design delle trombe, tra cui il sistema a doppio foro per trombe doppie complete, il sistema a doppio foro per trombe a doppio disassamento, trombe a triplo foro e valvole in titanio più leggere . Nel 1993 Bob è stato nominato membro dell'Impero Britannico (MBE) e ha ricevuto il suo premio dalla regina - la citazione diceva che il premio era "in riconoscimento dei suoi servizi all'industria degli strumenti musicali".

Un uomo modesto e riservato con uno spirito tranquillo e asciutto, Bob è rimasto attivamente coinvolto nella progettazione del corno ed è stato costantemente alla ricerca di miglioramenti del design. Di recente, nel novembre 2010, qualche tempo dopo il suo ritiro dalla carica di amministratore delegato, Bob ha ricevuto un premio alla carriera dalla Musical Industries Association.

Bob è stato eletto socio onorario IHS postumo nel 2012.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente, incluso lo stato di accesso. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie.
Ok