Anton Horner introdusse i corni Kruspe in America nel 1902, ma il nome è stato associato alla fabbricazione di strumenti in ottone molto più a lungo. Friedrich (Franz) Carl Kruspe (1808-1885) fu apprendista di Heinrich Gottlieb Streitwolf a Göttingen e aprì un laboratorio a Mühlhausen, in Germania intorno al 1829. Suo figlio maggiore, Eduard (1831-1918), fondò il suo negozio nel 1864, rilevando la bottega di Carl Christian Zielsdorf, presso il quale potrebbe essere stato apprendista. L'azienda ha portato il suo nome, come Ed. Kruspe, fino ai giorni nostri.

Kruspe Eduard Kruspe Georg Wendler Kruspe Rudi Schneider Kruspe Peter Holdman
Eduard Kruspe Georg Wendler Rudi Schneider Pietro Heldman

Nel 1861 il fratello minore di Eduard, Friedrich Wilhelm Kruspe, rilevò il laboratorio di fiati del padre. Carl Kruspe fu nominato Hofinstrumentenmacher (Costruttore di strumenti di corte) nel 1865. I due fratelli pubblicarono congiuntamente un catalogo di ottoni e strumenti a fiato c. 1870; gli strumenti erano apparentemente destinati principalmente alle bande militari. Nell'ultimo decennio del XIX secolo, l'attività si è spostata da strumenti prodotti in serie per l'esercito a strumenti di qualità superiore per orchestre e solisti.

Il figlio di Eduard, Friedrich (Fritz, ca. 1862-1909) subentrò nel 1893. Sua figlia, Ilse (1873-1949), sposò Georg Wendler. Quando Fritz Kruspe morì nel 1909, la sua vedova si occupò dell'attività fino a quando il loro genero, Georg Wendler, che aveva suonato con la Boston Symphony Orchestra per 20 anni, subentrò nel 1920. Rudi Schneider subentrò nel 1936. sempre più difficile sotto il regime della Germania dell'Est dopo il 1945, e Schneider fu l'unico maestro artigiano per 20 anni. Peter Heldmann alla fine è diventato apprendista presso Kruspe e ha rilevato l'azienda nel 1979, ritirandosi nel 2012.

Il fondatore e membro onorario dell'IHS Anton Horner (1877-1971) suonò nell'Orchestra di Filadelfia (1902-1946) e insegnò al Curtis Institute di Filadelfia dalla sua fondazione nel 1924 al 1942. Suonò i corni Kruspe, a partire dal doppio Gumpert. Dal 1902 fece realizzare il modello Horner su sua specifica, che importò e vendette fino alla seconda guerra mondiale. Il design è stato copiato da altri produttori, in particolare il Conn 8D. Una lettera del 1956 di Horner a Osbourne MacConathy (un cornista della Boston Symphony Orchestra) descrive il suo coinvolgimento nello sviluppo del modello Horner.

Per andare un po' più avanti con lo sviluppo del doppio corno, devo dirvi che nel 1900 fui incaricato di andare all'Esposizione di Parigi, e di girare l'Europa con la Sousa's Band... Quindi anche a Berlino la mia reputazione si era diffusa, e Schmidt, il fabbricante di corni, che era il primo a Weimar, e ora aveva la sua fabbrica a Berlino, venne a parlarmi. Aveva inventato una nuova valvola in si bemolle per un doppio corno, ma non riusciva a decidere quale tipo di bocchino fosse il migliore per il suo nuovo strumento. Mi ha chiesto di venire nella sua fabbrica per aiutarlo a decidere. Sono andato da lui e, dopo lunghe prove di diversi tubi bocchino, ho approvato uno che ha usato sui suoi primi strumenti in fa e si bemolle. La sua valvola in si bemolle era un pistone, come su una cornetta, che trovavo molto scomodo da azionare con il pollice.

Dopo la fine del tour di Sousa, sono rimasto in Europa per un mese per visitare... il mio insegnante, [Friedrich] Gumpert, a Lipsia. Era felice di vedermi e quando gli ho detto che stavo interpretando una delle invenzioni di suo nipote, mi ha detto che si era ritirato due anni prima. … Poi sono andato a Erfurt per vedere l'uomo che ha fatto il mio doppio corno. Krüspe aveva sentito parlare del nuovo brevetto di Schmidt e, poiché la sua relazione con le due valvole era piuttosto capricciosa, si diede da fare e inventò la valvola che è oggi sul suo clacson, con piccole modifiche. Poi ho ordinato un nuovo corno con la sua nuova valvola, e gli ho detto che preferivo una campana molto più lunga, e anche valvole a corda. Mi è piaciuto questo nuovo corno.

Più tardi, Krüspe mi scrisse che stava sperimentando un corno di metallo argentato tutto tedesco; anche corno di metallo ottone dorato - qui lo chiamiamo ottone di rame. Voleva sapere se ero interessato. Ho ordinato uno di ciascuno e il primo corno d'argento tedesco che mi ha inviato è stato quello che ho usato fino al mio ultimo giorno nell'orchestra di [Philadelphia].

Anche il corno di rame e ottone era un buon strumento, ma per la mia imboccatura mancava di brillantezza; per un'imboccatura dura e dura era molto buona. Per me, l'argento tedesco era il migliore, e quel corno con una grande campana con un bordo piccolo e le valvole delle corde divenne il modello Horner, che lo stesso Krüspe chiamò, non io.

Tatehiko Sakaino ha studiato corno in Giappone con Richard Mackey e Kaoru Chiba e in Germania con Erich Penzel e ha suonato il terzo corno nell'orchestra di Hof, in Germania. Dopo essersi ritirato dal corno professionale, Tatehiko esportò strumenti dall'Europa al Giappone e suo figlio Katsushi alla fine si formò come costruttore di ottoni. Successivamente Katsushi fece l'apprendista alla Kruspe sotto la direzione di Peter Heldmann.

A metà degli anni 2000, sotto la propria etichetta, Curia Bavaria Brass Instruments, i Sakaino iniziarono la produzione di due doppi corni di loro progettazione, corni naturali, corni in Fa di Vienna e trombe a valvola rotante.

Kruspe si è piegato a causa di una combinazione di problemi economici della transizione alla nuova economia dopo la riunificazione tedesca e la concorrenza dei giganti sovvenzionati degli strumenti in ottone in Germania e dei conglomerati multinazionali. I Sakaino, padre e figlio, acquistarono il nome Kruspe, i materiali e le attrezzature. L'azienda produce il modello Horner, il doppio compensatore Wendler, il modello Lipsia in fa singolo e un corno in si bemolle/fa contralto. All'inizio del XX secolo, i modelli Horner e Wendler erano conosciuti anche come modelli Philadelphia e Boston. I corni Kruspe sono tutti realizzati in alpacca, ottone e ottone dorato.

L'officina si trova in un fienile convertito nel villaggio di Prienbach, vicino a Passau in Baviera, in Germania, ora con lavorazione di precisione moderna. Katsushi Sakaino costruisce gli strumenti solo su ordinazione.


Il materiale per questo articolo è stato preso da un articolo in The Horn Call di Lee Bracegirdle nell'ottobre 2014, dal sito web di Richard Martz, e dalla Ed. Sito web Kruspe.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente, incluso lo stato di accesso. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie.
Ok