LamaOltre ai doveri di corno solista ed educatore, Henri Kling era un compositore, direttore d'orchestra, organista e scrittore le cui pubblicazioni occupano ancora uno spazio considerevole nelle nostre biblioteche. La sua fama però è diminuita al punto che pochi sanno chi era o cosa gli dobbiamo, e l'attuale edizione online del prestigioso La musica nel passato e nel presente ha cancellato completamente la sua voce.

Henri Adrien Louis Kling nacque a Parigi nel 1842 da Claudette e Ludwig Christoph Kling, nativi francesi, originari del Granducato di Baden, nel sud-ovest della Germania. Il soggiorno a Parigi dei Kling presumibilmente non fornì un impiego adeguato a Ludwig, e Hautboist (musicista militare). Nel 1844 la famiglia lasciò Parigi per Carlsruhe, città natale di Ludwig, dove trovò impiego nelle bande musicali associate alla guarnigione militare locale. Poco dopo il trasloco, la madre di Henri morì. Ludwig si risposò, ma era un padre problematico, e un incendio devastante e sconvolgimenti politici e militari crearono un'infanzia difficile per Henri.

Henri è sbocciato come musicista nella sua adolescenza, applicandosi al violino, al pianoforte e all'organo ed essendo influenzato da Eduard Devrient (direttore del teatro di corte) e dal direttore musicale di Carlsruhe Josef Strauss. La sezione fiati della Carlsruhe Court Orchestra godeva di un'ottima reputazione, e Henri studiò con i membri della sezione, incluso il corista solista Jacob Dorn. Gli studenti dei membri dell'orchestra avevano libero accesso agli spettacoli, che comprendevano più di due dozzine di opere in una stagione. I membri della sezione hanno anche fornito consulenza sugli strumenti; per Henri un iniziale cor solo (corno naturale) fu seguito da un corno in Fa a valvola rotante con molla ad orologio costruito da Friedrich Wilhelm Schuster, uno dei primi costruttori di strumenti con valvole.

Henri lasciò Carlsruhe nel 1861, dopo la morte del padre, stabilendosi a Ginevra, in Svizzera. Ben presto vinse il posto di corno solista nell'Orchestra del Teatro di Ginevra, si sposò nel 1865 ed ebbe tre figli. Il suo Metodo per il cuore apparso in manoscritto nel 1865; è stato stampato nel 1879 da Breitkopf & Härtel e una seconda edizione ampliata è stata pubblicata nel 1895 e rimane in stampa oggi. Kling fu eletto professore di teoria musicale e corno al Conservatorio di Ginevra nel 1866 e rimase in carica per più di cinquant'anni.

Il Grand Théâtre di Ginevra è stato aperto nel 1879, fornendo una sede per molti concerti di opera e sinfonia con Kling come corno solista con una brillante reputazione. Allo stesso tempo, ha iniziato a svilupparsi come direttore d'orchestra ed è stato anche famoso per il suo insegnamento e giudice di concorsi bandistici. Nel corso della sua vita, ha composto più di 550 pezzi con numeri d'opera e molti altri senza, tra cui un concerto e una sonata per corno, nonché assoli più brevi, studi e opere d'insieme. Le sue composizioni sono state pubblicate da editori affermati in Germania, Svizzera, Francia, Inghilterra, Belgio, Paesi Bassi, Italia e Stati Uniti.

Dopo due decenni come solista di corno a Ginevra, Kling si è dimesso dall'orchestra per dedicarsi alla composizione, alla scrittura e all'insegnamento. Considerava l'insegnamento al Conservatorio di Ginevra la sua principale responsabilità. Insegnò sia il corno a mano che il moderno corno a valvola e sottolineò l'importanza della mano nella campana. Tra i suoi numerosi pezzi per corno solista, studi, arrangiamenti ed edizioni, Kling è stato il primo a fornire trascrizioni per pianoforte per i concerti di Mozart e il Concertino di Weber. Le composizioni sono state dedicate ai colleghi Alphonse Stenebruggen a Strasburgo, Henri Dubois a Bruxelles e Friedrich Gumpert a Lipsia. Articoli e libri includevano argomenti come l'intersezione tra musica e letteratura, i contributi delle donne nella musica, la storia della musica locale e i metodi per la composizione, l'orchestrazione, la direzione e la trasposizione.

La prima guerra mondiale significò un blocco della Svizzera con conseguenti carenze e la tragedia personale della guerra tra la Francia di sua madre e la Germania di suo padre. I cinquant'anni di Kling al Conservatorio furono celebrati nel 1916. Ogni domenica mattina percorreva ancora più di 10 chilometri tra andata e ritorno per suonare l'organo, donando il suo tempo e il suo talento senza essere pagato. Kling morì a Ginevra all'età di 76 anni nel maggio 1918, non vivendo per vedere la fine della guerra.


Riassunto di Marilyn Bone Kloss di "Henri Kling: A European Musician" di William Melton. L'articolo completo è stato pubblicato per la prima volta su La Revue du Corniste, la rivista dell'Association Française du Cor, e poi in The Horn Call, nei numeri di febbraio, maggio e ottobre 2018.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente, incluso lo stato di accesso. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie.
Ok